Tutti gli articoli di val

I nostri auguri per la squadra nerazzurra

Non è stato un anno stellare per la squadra nerazzurra, con la prospettiva delle coppe svanita e il campionato che non brilla come dovrebbe. Tuttavia la nostra amata Inter si è tolta non poche soddisfazioni durante questo 2013, ed è andata incontro a diversi importanti cambiamenti che rendono il futuro della squadra particolarmente elettrizzante.

Pensate solo a come è finito questo 2013. Nell’ultima giornata di campionato, i nerazzurri hanno sconfitto il Milan di Marina Berlusconi e dei supercampioni Balotelli e Kakà, tanto da far tremare diversi di loro che non vedono più assicurato il loro posto in squadra. Si sa che la soddisfazione di vincere un derby è sempre impagabile, anche quando il campionato non è proprio dei migliori.

E poi, è arrivata la nuova dirigenza Thohir, che promette di riportare la squadra ai livelli stellari di qualche anno fa. E noi, da grandi tifosi, glielo auguriamo di tutto cuore. E auguriamo ai tifosi della squadra nerazzurra di vivere grandi emozioni e di prendersi delle grandi soddisfazioni calcistiche. I nostri auguri vanno quindi all’Inter e a tutti i suoi fan, in ogni angolo del mondo (e sono davvero tantissimi!): buon anno, buone partite e buoni gol a tutti!

L’Inter vince il derby con un incredibile tacco di Palacio

Inter 1 – 0 Milan : Rodrigo Palacio con una magia mette dentro di tacco


È stato un tocco di finezza del fantastico Palacio a decidere il primo derby dell’era Thohir. E non poteva davvero esserci esordio migliore in un derby per la nuova proprietà. Per Marina Berlusconi, invece, un primo derby davvero amaro, come del resto è un po’ tutto questo campionato, nonostante i super campioni che affollano la formazione del Milan. Di certo, per gli interisti è stato un regalo di natale davvero indimenticabile.

Tuttavia, la vittoria non era affatto scontata. Nel primo tempo infatti il Milan si è reso pericoloso in diverse occasioni, ad esempio con la traversa di Poli a porta vuota, dopo che Handanovic aveva compiuto l’imprudenza di uscire dai pali. Ad aiutarlo ci si è messo poi anche un clamoroso errore arbitrale, con Mazzoleni che non fischia un fallo in area di Zapata su Palacio. Quest’ultimo, per fortuna, si è poi rifatto con un meraviglioso tacco al 41” del secondo tempo.

Al 93′ il nervosismo in casa rossonera è stato reso ancora più evidente dall’espulsione di Muntari per gioco pericoloso. Nel complesso, il Milan è apparso in difficoltà di fronte a un’Inter più organizzata e creativa. Di certo, è stato un pessimo inizio per Barbara Berlusconi, e per ora il Milan non da segno di risollevarsi da un campionato davvero pessimo. Si sa che la squadra rossonera ha in mente grandi operazioni di mercato per tentare di dare nuovo slancio alla formazione, e a gennaio si vedranno già tra le sue fila Rami e Honda.

Per la nostra adorata squadra nerazzurra invece questa vittoria è un bel trampolino di lancio per un 2014 che, si spera, regalerà più soddisfazioni di questa fine di 2013 un po’ sottotono.

Cresce l’attesa per il derby di Milano

Derby di Milano

L’ansia cresce a dismisura sotto la Madonnina per il derby che sta per iniziare. Domenica 22 sarà una giornata cruciale per Inter e Milan, e non solo perché il derby tra queste due squadre è uno dei più sentiti a livello Europeo, ma anche perché entrambi i team si trovano in una situazione molto particolare. Entrambi sono andati incontro a grandi cambiamenti a livella manageriale e proprietario.

Per quanto riguarda l’Inter, sarà il primo derby del nuovo ciclo Thohir, e sarà un bel banco di prova. Mentre per quanto riguarda il Milan, sarà il primo di Barbara Berlusconi, dopo la turbinosa fine del matrimonio tra la società e Adriano Galliani. Insomma, un derby che costituirà un esame per le due nuove gestioni.

Nessuna delle due squadre sta avendo risultati particolarmente brillanti, ma nonostante questo l’attesa dei tifosi riscalderà di certo l’atmosfera dello stadio. Atmosfera che sarà ancora più calorosa vista la decisione del giudice sportivo di aprire la curva Nord, storica sede dei più accesi tifosi nerazzurri. La chiusura era stata decisa come penalità per i cori razzisti lanciati proprio da quella curva in occasione della partita contro il Napoli.

La formazione dell’Inter riserverà probabilmente qualche sorpresa, con il probabile inserimento di Rolando in difesa e di Zanetti a centrocampo. In attacco dovrebbero esserci i soliti Palacio e Guarin. Il Milan invece dovrebbe schierare gli 11 ormai ben rodati, con in attacco il meraviglioso trio Kakà, Balotelli e Matri.